News su interventi e cantieri effettuati dalla Moretto

Esecuzione tecnicamente perfetta. Tanti i curiosi tenuti a distanza. Il sindaco: «Demolizione necessaria, era pericolante»

 La ciminiera dell’ex Manifattura tabacchi di Gorizia, fiaccata dal tempo, pericolante, pendente come la torre di Pisa, che si stagliava verso il cielo fieramente nel rione di Straccis è stata distrutta, cancellata, demolita con irrisoria facilità. Ma se l’esplosione, preannunciata da tre squilli di tromba, è stata fulminea, la preparazione è stata al contrario lunga e laboriosa, iniziata, la mattina del 23 dicembre, già alle 7 con i tecnici della ditta “Moretto” guidati sapientemente dal proprietario Michele e da Danilo Coppe, mister Dinamite, colui che ha demolito ciò che restava del ponte Morandi, a Genova.

 

Cavalcavia demolito in una notte

È stato demolito in una notte il cavalcavia che collega Torviscosa a Fauglis per i lavori della terza corsia sull’autostrada A4: un intervento spettacolare nella sua complessità, che ha visto impegnate tra sabato e domenica oltre 150 persone fra tecnici della Moretto demolizioni di Pordenone e Gesteco Gruppo Luci di Povoletto, operai, ausiliari della viabilità, operatori della manutenzione e Polizia stradale.

 

Demolizione AREA 2 Aviano base USAF

 

Esecuzione Bonifica Amianto terza corsia A4 – Palmanova

PALMANOVA. «Un lavoro di rimozione di rifiuti occulti lungo e approfondito è attualmente in corso in un terreno adiacente all’autostrada A4 a Palmanova»: così Autovie Venete spiega la presenza di un grande numero di sacchi contenenti amianto collocati in due aree accanto al nodo autostradale di Palmanova. «Come da procedura, il materiale è stato prima raccolto in appositi sacchi bianchi, denominati “big bag”, quindi è stato trasferito in una discarica autorizzata secondo uno specifico piano di conferimento». La discarica infatti accoglie a ogni conferimento soltanto un certo quantitativo di materiale. «Le operazioni di rimozione dei rifiuti – prosegue la società – potranno ritenersi concluse dopo la verifica del “fondo scavo”, ossia quando non ci saranno più tracce di amianto nel terreno». Le aree dove è stato rinvenuto l’amianto saranno quindi bonificate.
 

Trattamento Rifiuti